mercoledì 3 ottobre 2012


Si osservi via via attentamente
ogni condizione che sorge nel presente, 
in maniera invincibile e incrollabile,
la si conosca e ne sia certi.

E' in questo preciso momento che occorre praticare con ardore.

Domani potrebbe sopraggiungere la morte chi lo sa?
Non è possibile scendere a patti con la morte e le sue possenti schiere.

Colui che dimora ardentemente così nel momento presente,
che si impegna di continuo, giorno e notte, è detto "colui che si diletta dell'unica cosa che conta",
è definito "calmo", "saggio".
(Buddha, Majjhima Nikaya)

Nessun commento:

Posta un commento

Inserisci un commento

Ricerca personalizzata